Il blog di Alessia Zecchini

IL BLOG DI

ALESSIA ZECCHINI

30 APRILE 2021

Ho sempre sognato di abitare a due passi dal mare. E pochi mesi fa, a inizio novembre per la precisione, ho coronato questo sogno, trasferendomi a Fiumicino, con il mio ragazzo.
Potrà anche sembrare una scelta scomoda, ma per tornare a Roma, dove mi alleno 4 volte a settimana, alla fine ci impiego sì e no una mezzora, e il rovescio della medaglia è che riesco ad andare al mare più spesso del solito.

È qualcosa di eccezionale, da brividi, che vale il prezzo del viaggio!

Perché anche se l’acqua non è sempre a temperature perfette, immergermi nell’acqua salata resta l’emozione più grande. Fuori dall’acqua, invece, faccio degli allenamenti che mi tengono impegnata 2 volte a setti- mana: tantissima bicicletta, ovviamente sulla lunga distanza, con cambi di passo e di intensità, ma anche tanto corpo libero, con esercizi mirati sull’esplosività e la resistenza.

La parte più importante della mia preparazione avviene in piscina, ovviamente, con allena- menti di un paio d’ore di nuoto, tra quello pinnato e l’apnea.
Questo mi permette di andare a lavorare e perfezionare tutti i vari elementi che poi compon- gono la performance in apnea. Non mancano, infatti, esercizi di respirazione e di compensa- zione, specialmente in questi mesi in cui ci avviciniamo sempre di più alle gare.

Tra fine aprile e inizio maggio tornerò a Lanzarote per cominciare la preparazione in mare aperto, e poi via, alla volta delle Bahamas, dove intensificherò l’allenamento e potrò iniziare a testarmi in gara.
Alle Bahamas, infatti, si terrà uno dei due appuntamenti più importanti dell’anno: il Vertical Blue, il cosiddetto Wimbledon dell’apnea, che è stato fissato per metà luglio, e per il quale ho davvero grandi aspettative.
Il secondo grande evento previsto nel 2021 è senza dubbio il Campionato del Mondo outdoor, che si svolgerà in Turchia, agli inizi di ottobre.

Nel mezzo, tra le due, spero che si riescano a infilare anche altre competizioni, nonostante la situazione globale; ne sono già state confermate due, in Egitto e in Grecia, e questo mi fa ben sperare per il futuro.
Si prospetta quindi un calendario bello intenso ed entusiasmante.
Finalmente direi!

Quest’anno non nascondo di essere molto più ottimista rispetto alla stagione scorsa: e credo veramente che non ci saranno intoppi e che tutto si svolgerà come da copione, nel pieno rispetto delle regole.

Perché solo così potremo ricominciare tutti insieme a fare ciò che più amiamo.

Per questo è importante non dimenticare quanto abbiamo imparato dalla pandemia, durante i mesi di pausa forzata che abbiamo vissuto l’anno scorso e che in parte ancora viviamo.

Io sono stata a casa di mia zia, al mare, ed è stato veramente bello poter coltivare l’orto e poterne poi mangiare i frutti. È stato come tornare alle origini, a quand’ero piccola e andavo in campagna da mia nonna per aiutarla a lavorare la terra.

Poterlo rivivere e vedere come la giusta cura della terra restituisca qualcosa di grande indietro è stato semplicemente stupendo. Non è che mi occupassi solo di questo, anzi: gli allenamenti hanno sempre e comunque occupato, anche durante il lockdown, gran parte della giornata.
È parte del nostro mestiere, se le giornate durassero di più mi piacerebbe fare, o ricominciare a fare, tantissime altre cose, per esempio dipingere, come facevo da piccolina.
Se c’è una lezione, però, che più delle altre sento di aver appreso dal primo lockdown, quella è stata restituire la giusta importanza a tutto ciò che diamo per scontato, dalle piccole cose, ai grandi affetti.

Stare lontano dai miei genitori per più di tre mesi è stato veramente difficile e devo dire che sono proprio le cose più semplici, normali, quotidiane, quelle che ho rivalutato di più e che ho riscoperto in tutta la loro bellezza.

Ciò che conta, alla fine, sono le persone care e l’ambiente in cui siamo tutti immersi.

Se il blog di Alessia ti è piaciuto, condividilo sui tuoi social!

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on linkedin

ALESSIA

HA SCELTO

ALESSIA HA SCELTO

IDEALI PER CHI PRATICA SPORT SIA A LIVELLO AMATORIALE CHE PRE AGONISTICO MA ANCHE PER I NON SPORTIVI, PER INTEGRARE IL FABBISOGNO GIORNALIERO DI PROTEINE.

Ingredienti: 

ARACHIDI tostate 40,5%, fibra vegetale, semi di girasole, prugna, uva sultanina verde, fave di cacao tostate 7%, polvere di caffè 2%, semi di chia, olio di girasole, aroma naturale

Barretta a base di arachidi, con frutta disidratata e semi, al caffè