Atleta - Stefano Ghisolfi - ITA

STEFANO GHISOLFI

ARRAMPICATA

Roccia dura e dita forti.

Equilibri precari, eppure eterni.

Corpi sospesi sul mondo, sorretti dall’esperienza, dall’istinto e dai profumi della montagna. L’arrampicata non è per tutti.

È un microcosmo di silenzi, di pendenze, di vie da aprire, o per meglio dire “da liberare”, come se dentro al cuore dei monti esistessero già le vie giuste e stessero soltanto aspettando qualcuno in grado di riportarle sotto alla luce del sole.

Scalare è sempre un’opera d’arte, un pezzo di impresa che va ben oltre lo sforzo fisico, e si nutre anche della meditazione, del rapporto con l’ignoto e con lo sconosciuto. Scalare è come provare ad unire in un unico, elegante gesto, tutti gli elementi della Terra.

Nascere nel cuore di una città, di una metropoli popolosa, e poi trovarsi a cercare la propria libertà in verticale, arrampicando sulle pareti che ti portano fuori dalla giungla urbana: questo è il destino di Stefano Ghisolfi. Espressione di un talento precoce, che si è innamorato della disciplina che era ancora bambino e che non ha smesso neppure per un secondo di coltivarne la passione sincera.

Con il passare degli inverni e delle estati, Stefano è diventato uno dei nomi più rilevanti di tutto il panorama internazionale, legando il suo nome e la sua fatica ad imprese incredibili, che resteranno per sempre nella storia di questo sport. Sarebbe impossibile elencarle tutte, o anche solo elencarne la metà.

Dal suo primo 9b+, Perfecto Mundo, completato a Margalef, in un orizzonte sospeso a metà tra il cielo e il mare della Catalogna. Fino a One Slap, via di straordinaria bellezza, aperta ad Arco, proprio nel cuore delle montagne e delle valli trentine.

Ma noi raccontiamo dell’ultima in ordine di tempo, ancora un 9b+, che è forse invece la prima in ordine di importanza: la conquista di Change, a Flatanger, in Norvegia, nell’estate del 2020. Una via impervia, durissima: 55 metri di sfida alla natura e allo stesso tempo di completa identificazione con essa.

Una vetta raggiunta, un momento da celebrare, che nella mente del grande scalatore, però, non fa altro che aprire l’orizzonte ad un nuovo massiccio da raggiungere ed affrontare. Una vita intera spesa tra il cielo e la roccia, nel luogo esatto in cui le loro anime si incontrano.

Palmares:

  • Ha salito la via Bibliographie, Céüse (Francia), di difficoltà 9c (la più difficile al mondo) nel 2021
  • Ha vinto la Coppa del Mondo 2021 nella specialità Lead
  • 2 secondi posti in classifica generale nella Coppa del Mondo (2017, 2018)
  • 13 podi in Coppa del Mondo (5 vittorie)
  • 7 volte vincitore Campionato Italiano Lead (2012, 2013, 2014, 2015, 2017, 2018, 2020)
  • 7 volte vincitore Coppa Italia Lead 
  • 2 volte vincitore Coppa Italia Boulder
  • Ha salito 2 delle vie più difficili del mondo: Perfecto Mundo e Change di grado 9b+
Palmares completo
NoberascoTeamPlus_Ghisolfi2

STEFANO GHISOLFI

ARRAMPICATA

IL PODCAST DI

STEFANO

IL PODCAST DI STEFANO

Composto da Giovanni Bruno

LA PLAYLIST DI

STEFANO

LA PLAYLIST DI STEFANO

THE CEILING

“Like the ceiling can’t hold us”, come se il soffitto non potesse contenerci. Quale modo migliore, quale verso, quale lirica potrebbe parlare della vita e delle imprese di Stefano Ghisolfi meglio di così?
Una continua ricerca alla vetta nuova, in un distacco da terra che diventa anche sfida alla gravità. Macklemore allora diventa il fiore all’occhiello, quasi l’inno, di una playlist che pompa nelle cuffiette un’adrenalina densa, molto urban, che esplode nei bassi profondi e nelle basi hip hop e trap di Drake, di Travis Scott e di Kid Cudi. Un flow musicale che accompagna con ritmo durante la fatica, tenendo alto il battito cardiaco e la concentrazione, per raccontare di quelli che sono, a tutti gli effetti, i nostri Good Times.

I VIDEO DI

VIRGINIA

I VIDEO DI FEDERICA

Riproduci video
Riproduci video

IL BLOG DI

STEFANO

IL BLOG DI STEFANO

STEFANO

HA SCELTO

STEFANO HA SCELTO

IDEALI PER CHI PRATICA SPORT SIA A LIVELLO AMATORIALE CHE PRE AGONISTICO MA ANCHE PER I NON SPORTIVI, PER INTEGRARE IL FABBISOGNO GIORNALIERO DI PROTEINE.

Ingredienti: 

ARACHIDI tostate 40,5%, fibra vegetale, semi di girasole, prugna, uva sultanina verde, fave di cacao tostate 7%, polvere di caffè 2%, semi di chia, olio di girasole, aroma naturale

Barretta a base di arachidi, con frutta disidratata e semi, al caffè